Convegno “Demenze e terapie complementari” e presentazione nuovo metodo TECI

Il 23 settembre 2017 presso la sala della Fondazione Cassa di Risparmio a Trento si è tenuto questo interessante convegno, che ha visto una larga partecipazione di persone interessate, addette ai lavori e non.

Gli interventi dei relatori sono stati tutti molto stimolanti e hanno dato nuova luce alle possibilità di collaborare fra soggetti pubblici, famigliari, istituzioni e terapisti.

Le demenze sovvertono i rapporti interfamigliari, e compromettendo nel profondo la struttura personale di chi ne è affetto vanno affrontate con strategie e metodi che non possono fermarsi alla sola medicalizzazione o istituzionalizzazione ma che riescano a rivalurate tutte le risorse buone ancora in campo, per ridare valore, benessere, dignità e senso alle loro vite.

Abbiamo potuto sperimentare nel pomeriggio alcune pratiche del nuovo metodo TECI ((Terapia Espressivo Corporea Integrata) ideato e messo a punto da Elena Sodano, Presidente  della RA.GI. Onlus di Catanzaro, e ci si sono aperte nuove e interessanti prospettive operative per prendesi cura delle malattie neurodegenerative, in particolare affette dal Morbo di Alzheimer.

Aspetto di poter leggere il testo che fra poco uscirà e di considerarlo come un vero manuale operativo per applicare la danzamovimentoterapia anche in questo campo.

Ah, a proposito ho potuto sperimentare sul corpo anche la disabilità momentanea, con la rottura del malleolo quella sulla sedia a rotelle sono io e si danza…eccome se si danza e che emozione grande!.

Grazie Elena

Ecco di seguito anche un interessante link esplicativo

http://www.catanzaroinforma.it/notizia101537/Il-metodo-Teci-utilizzato-allinterno-dello-Spazio-AlPaDe-presentato-al-Convegno-Anaste.html#.WdIV_Y-CzMw

(Visitato 47 volte, 1 visite oggi)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *