Boll-Evoluzione®Bolle di sapone, come applicarle in ambito preventivo, educativo e riabilitativo in Arteterapia

  Grazie ad Aletheia editore che ha creduto nel mio progetto, con felicità e orgoglio vi annuncio che il 14 febbraio uscirà il mio nuovo libro; Boll-Evoluzione®. “come applicare le Bolle di sapone  in ambito preventivo, educativo e riabilitativo.

Ho scritto una tesi sperimentale riguardo a come poter applicare e integrare le bolle di sapone in Arteterapia. Posso affermare di essere nell’avanguardia dato che non esistono, in Italia, testimonianze di pratiche arteterapiche che prevedono l’utilizzo delle bolle. È un percorso ancora tutto in evoluzione… ”
Vi voglio ricordare che il 10% del ricavato andrà in associazioni della mia zona che si occupano di bambini e famiglie in difficoltà. Se vuoi ordinare il mio libro a soli 10€ , (invece di 16/19€ in libreria) basta contattarmi su What’sApp al 347/5927890 e scrivermi la tua richiesta. Puoi anche ordinarlo sul mio sito www.benedettacarradori.com. L’offerta a soli 10€ è valida entro il 20 gennaio.
#arteterapia #bolle #bolledisapone #libri #scuolaartedoveronaebrescia #accadesoloinartedo

 

Qui sotto vi regalo l’introduzione e il primo capitolo…

buone bolle😘

 

 

 

 

INTRODUZIONE

 

Nel mio libro troverete molti puntini di sospensione, perché così è la vita..
Attimi di sospensione tra una realtà e l’altra, uno spazio temporale dove l’anima si raccoglie in uno spazio fecondo, intimo e creativo.

Il libro è scritto in modo semplice, mi piacerebbe poter contattare con umiltà il vostro Bambino Interiore, alla vostra purezza e semplicità, solo così credo potrete apprezzare quello che scriverò…perché sarà scritto con il cuore puro di un bambino che crede nella creatività e nell’immaginazione.

 

Quando ho frequentato la scuola di Artiterapie Artedo Verona, per diventare Arteterapeuta, ho avuto la fortuna di poter incontrare nei miei docenti, nonché direttori della scuola; Pamela Palomba e Axel Rütten curiosità e interesse per la mia proposta di tesi. La mia relatrice Pamela Palomba, ha saputo sostenermi, accogliere e incoraggiarmi nei momenti più intensi e bui del mio percorso.

 

Ho scritto una tesi sperimentale riguardo a come poter applicare e integrare le Bolle di sapone in Arteterapia. È un percorso ancora tutto in evoluzione, ma voglio condividere con voi la mia esperienza iniziata sette anni fa e sperimentazione di un setting che sta diventando vera e propria metodologia applicata soprattutto a bambini in campo preventivo, educativo, riabilitativo.

 

Mi auguro che questo libro possa essere di aiuto a molte persone che lavorano in campo di relazione d’aiuto.
Gli esercizi sono semplici e possono essere proposti a tutti.

 

Buona scoperta e buon viaggio attraverso la magia delle Bolle

 

CAPITOLO 1

PERCHÉ LE BOLLE DI SAPONE?

Durante i laboratori e le animazioni che ho svolto negli anni con bambini, ho avuto la sorpresa di notare quanti successi si potessero ottenere facendo esperimenti con le Bolle di sapone.
In particolare ho notato, dopo varie esperienze che vi illustrerò in seguito nella tesi, nei bambini un’immediata ricettività e una maggior presenza nel “Qui e Ora”, e anche le relazioni interpersonali ne hanno tratto giovamento. Nei bambini con sindrome da iperattività infantile o molto vivaci ho notato che lavorare con le Bolle di sapone li aiutava a calmarsi e più facilmente si calavano in uno stato rilassato e presente.
Le Bolle di sapone sono anche utilizzate negli ospedali per far rilassare e distrarre il bambino prima di andare in sala operatoria o durante la degenza, e io stessa, quando facevo la volontaria come clown in corsia, ho potuto constatare i benefici delle Bolle di sapone che vengono utilizzate per il loro potere calmante, per la respirazione e per la concentrazione nel momento presente.
La mia tesi per l’Italia è ancora a un livello sperimentale, mentre in America e in Canada sono già stati compiuti studi sulla relazione tra Bolle di sapone e Autismo, ma spero che si riesca ad aprire una strada Creativa e innovativa nell’uso delle Bolle di sapone come strumento da applicare in Arteterapia.

Come mi sono avvicinata alle Bolle di sapone e l’impatto emotivo che hanno avuto su di me

Mi sono avvicinata alle Bolle di sapone dapprima per gioco, con la curiosità di voler inserire nelle mie animazioni interessanti e nuove idee. Esercitandomi a casa per i miei spettacoli, notavo gli effetti calmanti che avevano su di me, entravo quasi in uno stato meditativo… concentrata, rapita da queste maestose sfere dai colori sgargianti. Ho iniziato a notare che il “semplice” fare Bolle di sapone, non era così scontato come tutti possono immaginare, lo considero un campo da esplorare perché ricco di nascoste potenzialità.
La calma, la serenità che mi infondevano, lo stare nel “Qui e Ora”, sono stati vissuti da me come una sorta di“terapia”, un momento tutto mio dove lo stress diminuiva e la mente sovraffollata di
pensieri si calmava. Sono molte le emozioni che possono scaturire da una semplice Bolla: ammirazione, leggerezza, stupore, ma anche precarietà (perché durano poco), frustrazione…
Le Bolle non amano la fretta, il caos, la velocità… sono delicate, ma anche volubili e capricciose, inafferrabili a volte, un po’ come noi.
Spesso le Bolle ci rappresentano, sono come un’estensione del SÉ…
Tutto questo mi ha fatto molto riflettere ed è nata la curiosità di cercare su Internet e documentarmi sul potenziale che esse possono avere in alcuni ambiti.
Ho scoperto così che esistono vari gruppi Facebook in cui sono riunite in una comunità virtuale tutte le persone con questa passione che lavoravano già in questo campo con bambini disabili, autistici, anziani e che le usano come metodo ludico ricreativo.
Ho varie testimonianze (che troverete alla fine della tesi) di come le Bolle di sapone si possano utilizzare per vari scopi, non sono solo ludici e ricreativi come la maggior parte delle persone che non le conosce potrebbe in un primo momento erroneamente pensare.
Più avanti dedicherò una parte alla spiegazione di tutti gli elementi e gli attrezzi che si possono utilizzare con le bolle di sapone.

 

ecco un assaggio di

Bolle-Evoluzione®

Benedetta Carradori

Arteterapeuta

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

(Visitato 112 volte, 1 visite oggi)
Benedetta Carradori

Autore: Benedetta Carradori

 

Arteterapeuta, diplomata liceo artistico, stilista e modellista della calzatura, animatrice socio culturale… adoro giocare e sperimentare con le bolle di sapone e lavorare con i bambini. Cosa dire di me…. Sono una persona semplice, creativa e bambina dentro, mi stupisco per ogni cosa, mi piace sperimentare. Nei miei scritti troverete molti puntini di sospensione, perché così è la vita… Attimi di sospensione tra una realtà e l’altra, uno spazio temporale dove l’anima si raccoglie in uno spazio intimo, fecondo e creativo…
Ho tanto da imparare, ma con la mia semplicità e umiltà vorrei raccontarvi in questo blog il mio viaggio- percorso nella scuola Artedo di Verona; Il mio tirocinio, le emozioni, le sensazioni… Buon viaggio!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *