Uscire dalle nostre zone comfort, essere aperti al cambiamento

LE NOSTRE SICUREZZE, LE NOSTRE ZONE COMFORT

Alzi la mano chi nella vita non vorrebbe essere brillante, deciso e sicuro di se? Io credo un po’ tutti.
E cosa aspettiamo a diventarlo? Ci inventiamo mille scuse, ci facciamo mille paranoie, ma soprattutto ci lamentiamo di tutto, non siamo mai soddisfatti di niente. È più facile rimanere nelle nostre zone comfort, e dare la colpa a gli altri, è più semplice e non dobbiamo fare i conti con noi stessi. La verità è che noi possiamo cambiare, ne abbiamo il potere, solo che preferiamo regalarlo a gli altri e lasciarci manipolare senza nemmeno accorgersi. Il cambiamento ci fa uscire dalle nostre zone comfort, ma noi siamo troppo ancorati alle nostre vecchie abitudini, e per quanto malsane e deleterie per noi stessi, ci sentiamo al sicuro con loro, oserei dire che ci IDENTIFICHIAMO con loro, siamo loro. Quanti sogni avevamo da piccoli? Quanta fantasia usavamo nei nostri giochi?
La mia generazione fine anni ’70 non ancora contaminata e ignara di tecnologia si arrangiava con poco, ma noi eravamo ricchi, e sapete di cosa?
DI CREATIVITÀ! Ci inventavamo i giochi, facevamo delle case con le scatole di cartone, amache con vecchie lenzuola, semplicemente creavamo quello che volevamo, e quanta soddisfazione e felicità nel vedere realizzate le nostre idee, magari con l’aiuto di mamma e papà… Eravamo felici con poco, credevamo nel futuro, e non vedevamo l’ora di crescere per realizzare i nostri desideri. E adesso? Adesso siamo cresciuti, siamo adulti “cosiddetti responsabili” ma tristi e grigi dentro. Dove è finita la passione? La voglia di creare, inventare? Casa, famiglia, figli, lavoro sicuro (per chi ce l’ha) e tanti sogni rimasti nel cassetto, ma non è mai troppo tardi per realizzare i nostri sogni: volere è potere, non è una frase fatta, è la realtà, quella che dobbiamo desiderare intensamente…
Cerchiamo di uscire dalla nostra zona comfort, dalle nostre sicurezze, proviamo a fare qualcosa per noi stessi, un corso, i

viaggio che abbiamo sempre sognato, uno sport, una gita in mezzo alla natura che ci faccia riconnettere con noi stessi e i nostri desideri più autentici. In questo percorso che ho intrapreso per diventare Arteterapeuta, nulla è semplice, ho dovuto rimettere in discussione tutte le mie sicurezze, le mie comodità, le mie zone comfort, ma ne sono fiera e felice, perché quello che sto facendo lo sto facendo per me stessa, solo per me…

Un altro piccolo traguardo, un volersi bene, un coltivare se stessi, un credere che tutto è possibile!

Benedetta

 

(Visitato 83 volte, 1 visite oggi)
Benedetta Carradori

Autore: Benedetta Carradori

 

Diplomata liceo artistico, stilista e modellista della calzatura, animatrice socio culturale… adoro giocare e sperimentare con le bolle di sapone e lavorare con i bambini. Cosa dire di me…. Sono una persona semplice, creativa e bambina dentro, mi stupisco per ogni cosa, mi piace sperimentare. Nei miei scritti troverete molti puntini di sospensione, perché così è la vita… Attimi di sospensione tra una realtà e l’altra, uno spazio temporale dove l’anima si raccoglie in uno spazio intimo, fecondo e creativo…
Ho tanto da imparare, ma con la mia semplicità e umiltà vorrei raccontarvi in questo blog il mio viaggio- percorso nella scuola Artedo di Verona; Il mio tirocinio, le emozioni, le sensazioni… Buon viaggio!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *