Paola Vettorazzi Paola Vettorazzi

Da anni cercavo un percorso formativo che mi permettesse di integrare la mia passione per l’arte e il mio interesse per il campo della crescita personale.

La mia formazione mi ha sempre portato a studiare la bellezza nelle sue tante espressioni: dopo la maturità classica, ho deciso di intraprendere studi umanistici all’università e ho orientato i miei interessi e le scelte riguardanti il piano di studi sempre verso la storia dell’arte, della musica e dello spettacolo. Mi affascinava conoscere le modalità con le quali l’uomo esprimeva se stesso, la gioia, l’amore e tutte le sfumature di dolore utilizzando il mezzo della bellezza.

Lavorando al fianco di molti artisti, nei panni di critica e storica d’arte, e con persone di ogni età, operando nel settore didattico di musei d’arte, mi sono resa conto come la creatività offrisse a chiunque la possibilità di crescere e conoscersi nel profondo.

Dopo un triennio filosofico presso una facoltà teologica, sempre alla ricerca dell’oltre, ho deciso di intraprendere la strada dell’arteterapia per coniugare le tante anime del mio cercare.

In questo percorso mi aiuta costantemente il contatto con la natura e gli animali, in particolare, che ho potuto conoscere da vicino grazie alla mia formazione nel campo degli Interventi assistiti con gli animali (Pet Therapy), integrando il benefico contatto con queste creature speciali e l’Arteterapia.

LA NOTTE DEI DESIDERI

  Esiste un libro che ha proprio questo titolo: “La notte dei desideri”, magari lo conosci anche tu che leggi, è di Michael Ende (quello de “La storia infinita”, per capirci). Il romanzo, dai tratti fantastici e splendidamente onirici – come solo Ende sa fare -, è ambientato nella notte di San Silvestro, ultimo giorno dell’anno. Capitolo dopo capitolo il pendolo inquietante di un perfido stregone scandisce le ore che portano sempre più vicino alla fatidica mezzanotte. I...
Leggi tutto

Collage di Natale: la consapevolezza dei dettagli.

E finalmente è arrivato Natale insieme al suo complesso e luminoso mondo di tradizioni e festa. E se questa è la ricorrenza che simbolicamente richiama la nostra attenzione sulla luce, proprio nei giorni più brevi dell’anno, credo che non siano fuori luogo alcune riflessioni sull’arteterapia e le implicazioni metaforiche che questa disciplina condivide con il periodo. Nella carrellata di scoperte legate alle diverse tecniche artistiche delle quali fa uso l’arteterapia, il collage mi...
Leggi tutto

HOMO RIDENS: DIVERTENTI SUGGESTIONI PER POSSIBILI PERICOLOSE CRESCITE.

“Ridici su!” sembra un saggio suggerimento come panacea di ogni male esistenziale contemporaneo. Ma sappiamo veramente quali potenzialità questo nasconde? Non tutte le risate sono uguali: si può ridere perché qualcuno ci fa il solletico, per una dimostrazione istintiva di gioia, quando si allenta una forte tensione o quando ci si confronta con arguti giochi di parole. È quest’ultimo caso che ci interessa ed è da qui che può nascere un nesso con l’Arte terapia. Immaginate che...
Leggi tutto

La bellezza salverà il mondo: l’inizio di un percorso.

Cos’è la bellezza? Domanda spinosa. Domanda antica, perché l’uomo se la pone da centinaia di anni e ne cerca la vera essenza da sempre. Non mi ha stupito scoprire che ben prima della nascita della scrittura, l’essere umano si espresse per immagini, in grotte nascoste nelle profondità della terra, usando le dita come pennello e pigmenti offerti dalla natura come colori. La bellezza è personale – “non è bello ciò che è bello ma…” – la bellezza muta con la storia, le...
Leggi tutto